Seleziona la lingua:
Seguici su:

Il mito del sale

Pubblicato il: 15 marzo, 2017

Il sale da tavola e’ un ingrediente altamente lavorato, anche se arriva dal mare o da cave di sale e’ solito essere lavorato ad alte temperature che lo denaturano, alterando la struttura molecolare dello stesso, rendendolo incompatibile con la biochimica del corpo umano. La lavorazione ad alte temperature fa si che il sale perda minerali, rendendolo un cibo impoverito e morto, che il corpo non puo’ utilizzare nello stato in cui e’ presentato e quando ingerito deve essere rimineralizzato e rianimato dal corpo prima di essere utilizzato, impoverendo il nostro stesso corpo. Creando i famosi problemi con la regolazione della pressione che molti conoscono e per il quale molti evitano il sale.

Il sale iodato e’ solitamente iodato usando uno iodio di bassa qualità biologica, che non si può’ assorbire in maniera efficiente, come invece il sale che e’ naturalmente presente nei vegetali, specialmente quelli marini.

Il sale marino

In realtà’ quando si usa un sale di alta qualità’, ovvero un sale minerale naturale, come quello marino, asciugato al sole, o un sale imalaiano non riscaldato, Il sale regola la pressione sanguigna, aumenta il grado alcalino del corpo, e dona minerali preziosi alla vita.

Come gli zuccheri lavorati il sale minerale naturale, non deve mai essere paragonato al comune sale da tavola, perché si tratta di 2 sostanze completamente diverse dagli effetti opposti.

Da JUICE TONIC, usiamo solamente sali minerali interi, puri, e lavorati a basse temperature.